LOGIN


54 online
Skip Navigation LinksHomePage > Vitigni d'Italia

Vitigni d'Italia


Vai al Database vitigni

panorama con filari e vitigni Con il termine vitigno si indica una particolare varietà di vite, generalmente utilizzata per la produzione di vino.

I vitigni si possono distinguere per differenti forme e colori dei chicchi di uva, del grappolo e delle foglie, oltre che per differenti periodi di maturazione e soprattutto per le diverse caratteristiche organolettiche dei vini da essi ottenuti.

Per identificare un dato vitigno è necessaria una accurata descrizione della forma delle foglie e dei frutti (grappoli); di questo si occupa l'ampelografia. Tale studio sistematico ebbe inizio con l'agronomo latino Columella e si sviluppò con Pier dei Crescenzi nel XIII secolo e soprattutto con il Conte Odart che scrisse nel XIX secolo l'Ampelografia universale.

composizione fotografica con differenti tipi di vitigni italiani Oggi, a queste accurate descrizioni morfologiche, standardizzate dall'Organisation Internationale de la Vigne et du Vin, si sono aggiunte le più accurate analisi del DNA.

Numerosi vini vengono prodotti utilizzando miscele di uve di differenti vitigni: ad esempio, il vino Chianti è prodotto principalmente con vitigni di Sangiovese a cui si possono aggiungere Canaiolo Malvasia o Trebbiano.

Nel mondo vi sono circa 10.000 vitigni identificati e coltivati, ma una decina di essi da soli ricopre quasi il 25% della superficie vitata mondiale, pari a quasi 8 milioni di ettari. I più diffusi sono l’Airen (vitigno a bacca bianca coltivato nella Mancha, in Spagna), il Grenache (o Guarnaccia, o Alicante, o Cannonau, uva rossa coltivata in Spagna, Francia ed Italia), la Sultanina (vitigno che produce uve senza semi adatte al consumo a tavola, ma anche da appassimento e da vino), il Carignan (uva rossa coltivata in Francia), il Rhatzireli (bianco di origine caucasica diffuso in Georgia, Russia, Ucraina e Bulgaria), l’Ugni Blanc (o Trebbiano Toscano, coltivato in Francia e Italia), il Merlot, il Cabernet Sauvignon e il Moscato bianco.

vitigno italiano bianco Il nostro Paese vanta una straordinaria ricchezza di vitigni, alcuni dei quali dimenticati o sconosciuti o addirittura in via di estinzione. Le varietà "autoctone" – ovvero quelle che hanno avuto origine sul nostro territorio o vi crescono sin da tempi molto remoti – sono oltre 400 e rappresentano un patrimonio che merita di essere valorizzato a pieno. Un esempio di vitigno autoctono è il Coda di Volpe, conosciuta sin dai tempi dei Romani e tutt’oggi coltivata in Campania.

Con il termine "alloctono" si intende invece un vitigno proveniente da altri Paesi ed introdotta sul nostro territorio in tempi più recenti, come lo Chardonnay in Sicilia o il Syrah in Toscana.

I vitigni più diffusi in Italia sono il rosso Sangiovese, i bianchi Catarratto e Trebbiano, i rossi Montepulciano, Barbera e Merlot, che tutti insieme rappresentano circa il 30% della superficie vitata del nostro Paese.

Per poter essere coltivato, un vitigno deve essere iscritto nel Registro Nazionale e Comunitario delle Varietà e deve essere ammesso alla coltura nelle diverse province italiane.

Consulta il nostro database per conoscere le principali varietà di Vitis Vinifera coltivate in Italia: scoprirai un vero e proprio tesoro composto da centinaia di gemme preziose della nostra viticoltura, una collezione rara che tutto il mondo ci invidia.

Vai al Database vitigni


CONTATTI
Per informazioni, suggerimenti o segnalarci eventuali problemi puoi contattarci all'indirizzo info@amthewinersclub.com
In Winypedia non trovi un termine o vorresti suggerire di migliorare una definizione? Scrivi a winypedia@amthewinersclub.com
Hai provato un vino che ti è piaciuto e vorresti proporcelo per una recensione sul nostro sito? Scrivici a choice@amthewinersclub.com
Vuoi condividere con noi una ricetta o suggerirci un particolare abbinamento che hai provato? Scrivi a ricette@amthewinersclub.com
Se vuoi, puoi anche scriverci via posta ordinaria all'indirizzo: Servizio Clienti, Angelomenassi S.a.s., Via Goito 3 – 40126 Bologna, Italia.
Oppure contattarci al numero telefonico +39 051 0827005


Scarica la nostra APP per Android Disponibile su Google Play