LOGIN


35 online
Skip Navigation LinksHomePage > Vini d'Italia

Vini d'Italia

calice di vino rosso con bandiera italiana sullo sfondoLa lunghezza della penisola italiana, che si estende per circa 1.200 km da Nord a Sud, comporta un’estrema variabilità di climi e microclimi, da quello continentale e alpino del Settentrione a quello mediterraneo del Meridione, con lunghe stagioni estive ed elevate temperature medie annue. Anche il suolo presenta un’analoga variabilità, che consente il prosperare di centinaia di vitigni autoctoni e di molteplici uve internazionali.
Ciò fa dell’Italia un paese con un’offerta di vini impressionante per qualità e varietà, in grado di soddisfare ogni tipo di palato. La suddivisione più agevole dei vini italiani è quella per regione, all’interno di ciascuna delle quali ogni provincia ha stabilito l’elenco dei vitigni ("raccomandati" o solo "autorizzati") che si possono coltivare per la produzione del vino.

Utilizza la mappa interattiva oppure i link nel testo seguente per consultare il database dei vini per ciascuna regione italiana:

Fai click sul pulsante "Vai al Database vini" per consultare il database completo dei vini per denominazione:

Vai al Database vini

Partendo da Nord-Ovest si inizia con la Valle d’Aosta, la cui produzione è limitata ma di grande valore, considerando che il 60% della viticoltura di questa regione è classificata "di montagna", il 35% è posizionata su terrazze e pergole e solo il 5% può essere definita "di pianura".

Il Piemonte  regge bene il confronto con la Borgogna francese, alla quale assomiglia per la qualità dei suoi rossi e la freschezza dei bianchi. Grande è la fama dei rossi Barolo, Barbaresco e Barbera prodotti nelle Langhe e nel Monferrato, anche se il vino commercializzato in maggiori quantità è il bianco, dolce, aromatico, spumante o frizzante come Asti spumante o il Moscato d’Asti.

La Lombardia  ha una produzione che spazia dai vini di pronta beva e dagli spumanti dell’Oltrepò Pavese e della Franciacorta ai grandi rossi a base di nebbiolo in Valtellina. La coltivazione della vite è prevalentemente collinare e in parte di montagna.

In Veneto  quasi tutte le province (tranne Rovigo e Belluno) hanno una spiccata vocazione per la viticoltura. Fra le zone più tipiche ricordiamo quella del Prosecco nell’alta Marca Trevigiana, la Valpolicella, le rive del Garda. Senza dimenticare che Verona è la sede del Vinitaly, una delle più importanti fiere mondiali dedicate al mondo del vino.

Le due province del Trentino-Alto Adige , Trento e Bolzano, hanno vitigni assai simili ma con chiare specificità, come gli spumanti e il Vin Santo della provincia di Trento e il Pinot Grigio della provincia di Bolzano. Inoltre l’Istituto Tecnico Agrario di San Michele all’Adige svolge non solo un importante ruolo nella formazione degli enologi, ma anche nella ricerca e nell’innovazione vitivinicola.

Il Friuli-Venezia Giulia , pur disponendo di un vigneto relativamente esiguo, si distingue per la produzione di bianchi di qualità come quelli dei Colli Orientali del Friuli o del Collio Goriziano.

I vini della Liguria , pochi ma qualitativamente significativi, somigliano molto a quelli della confinante Provenza francese.

La pianeggiante Emilia  è la patria del lambrusco e di altri vini dei Colli Bolognesi, mentre la Romagna  è caratterizzata dal sangiovese, padre di pregevoli vini rossi.

La Toscana , grazie al territorio collinare e al suo clima mite, con precipitazione a regime mediterraneo, è la più importante regione vitivinicola del centro-Italia e la più nota al mondo fra le italiane. Vi predominano i vini rossi capeggiati dal Chianti, prodotto con uve sangiovese con l’apporto di altri vitigni locali.

L’Umbria  è terra di vini, oltre che di santi. Più collinare che montagnosa e favorita da un clima mite, ha suoli generalmente sciolti e permeabili particolarmente adatti alla vite. Sagrantino di Montefalco e Torgiano rappresentano le eccellenze di questa regione.

Le Marche  sono note soprattutto per il Verdicchio, ottenuto da un antichissimo vitigno locale e da tutti riconosciuto come uno dei migliori vini italiani da pesce. La sua caratteristica bottiglia a forma di anfora ricorda l’antica presenza dei Greci sulle coste marchigiane.

L’abbondante produzione vinicola dell’Abruzzo   fa capo al Montepulciano d’Abruzzo, rosso vigoroso, e al Trebbiano d’Abruzzo, buon bianco da pesce.

Il confinante Molise  ha caratteristiche climatiche e pedologiche simili all’Abruzzo e le sue zone vitivinicole coincidono con le due province di Campobasso e Isernia.

La viticoltura del Lazio  si estende soprattutto sulle colline ed è fondata sulle uve bianche. Il vino più famoso è il Frascati, noto già dal XVI secolo quando era il vino preferito da papa Paolo III.

La Campania  è ricca di vitigni autoctoni che danno vita a vini pregiatissimi come il Fiano di Avellino o il Greco di Tufo.

La Puglia  dal punto di vista produttivo è un vero colosso enologico e va considerata come una delle maggiori cantine al mondo, nella cui gamma spiccano eccellenti vini rossi, rosati e bianchi.

In Basilicata  la zona da secoli dedita alla viticoltura è quella del Vulture, da cui proviene il prestigioso Aglianico.

I vini più significativi della Calabria  sono quelli prodotti nella zona di Cirò, in provincia di Crotone.

La Sicilia  ha fatto un enorme salto di qualità grazie al rinnovo e all’assestamento degli impianti, al miglioramento delle varietà autoctone di vite e al perfezionamento delle tecniche di cantina. Marsala, Nero d’Avola e Cerasuolo di Vittoria sono splendidi rappresentanti di questa realtà.

La Sardegna , infine, ha numerose ed eccellenti produzioni distribuite dal nord della Gallura all’Arborea, dall’Iglesiente fino al Sulcis, nella parte meridionale dell’isola.


CONTATTI
Per informazioni, suggerimenti o segnalarci eventuali problemi puoi contattarci all'indirizzo info@amthewinersclub.com
In Winypedia non trovi un termine o vorresti suggerire di migliorare una definizione? Scrivi a winypedia@amthewinersclub.com
Hai provato un vino che ti è piaciuto e vorresti proporcelo per una recensione sul nostro sito? Scrivici a choice@amthewinersclub.com
Vuoi condividere con noi una ricetta o suggerirci un particolare abbinamento che hai provato? Scrivi a ricette@amthewinersclub.com
Se vuoi, puoi anche scriverci via posta ordinaria all'indirizzo: Servizio Clienti, Angelomenassi S.a.s., Via Goito 3 – 40126 Bologna, Italia.
Oppure contattarci al numero telefonico +39 051 0827005


Scarica la nostra APP per Android Disponibile su Google Play