LOGIN


63 online
Skip Navigation LinksHomePage > Vini d'Italia > Lazio

Vini del Lazio


Vai al Database regionale

Mappa dei vini del Lazio Il Lazio si estende dagli Appennini al Tirreno con un andamento collinare e montuoso per l’80% del territorio. La parte di pianura, una volta paludosa ma ormai totalmente bonificata, ospita raramente la vite (esempio, la DOC Nettuno) che invece si estende su molti terreni collinari a volte anche non molto adatti a produrre risultati qualitativamente apprezzabili.

Anche il clima mediterraneo temperato e la tradizione storica hanno contribuito allo sviluppo della vite, grazie all’opera degli Etruschi prima e dei Romani poi.

Il sistema della vite maritata con un sostegno vivo (un albero) si è alternato nei tempi a quello a tendone, che non ha certo favorito lo sviluppo di produzioni di qualità. La più recente introduzione del sistema di allevamento a spalliera sta migliorando la situazione.

I vitigni a bacca bianca prevalgono sia per numero che per quantità prodotta, grazie alla presenza di Trebbiano, Malvasia Bianca di Candia, Malvasia del Lazio, Bellone, Bombino, Cacchione, Grechetto e Moscato di Terracina. Fre le uve a bacca nera prevalgono il Cesanese, il Ciliegiolo, il Montepulciano, il Sangiovese, il Merlot e il Cabernet.

Le sei aree principali della produzione vinicola laziale partono da nord, nel viterbese, dove si trova la Orvieto, la Est!Est!!Est!!! di Montefiascone, l’Aleatico di Gradoli, la Tarquinia, la Colli Etruschi Viterbesi e, con la provincia di Roma, la DOC Cerveteri. In provincia di Rieti troviamo i Colli della Sabina e in quella di Roma il Bianco Capena, così come la zona dei Colli Romani dove nascono il Frascati, il Marino, il Colli Albani, il Colli Lanuvini e il Cori.

Fra Roma e Frosinone è ubicata la zona del Cesanese del Piglio, del Cesanese di Olevano Romano, del Cesanese di Affile e del Genazzano. Nel basso frusinate troviamo la più recente DOC di Atina, mentre sul litorale romano nasce la DOC Nettuno. Infine, in provincia di Latina si producono le DOC Aprilia, Circeo e Terracina.

Negli ultimi anni la superficie vitata della regione ha perso qualche migliaio di etari e la percentuale delle produzioni DOC supera appena il 20% del totale. Il tessuto produttivo, in precedenza dominato dalle grandi cantine sociali, è oggi continuamente arricchito da realtà individuali emergenti.

I vitigni autoctoni del Lazio degni di menzione sono:
- il Cesanese Comune;
- la Malvasia del Lazio;
- il Bellone;
- il Cacchione.

Vai al Database regionale


CONTATTI
Per informazioni, suggerimenti o segnalarci eventuali problemi puoi contattarci all'indirizzo info@amthewinersclub.com
In Winypedia non trovi un termine o vorresti suggerire di migliorare una definizione? Scrivi a winypedia@amthewinersclub.com
Hai provato un vino che ti è piaciuto e vorresti proporcelo per una recensione sul nostro sito? Scrivici a choice@amthewinersclub.com
Vuoi condividere con noi una ricetta o suggerirci un particolare abbinamento che hai provato? Scrivi a ricette@amthewinersclub.com
Se vuoi, puoi anche scriverci via posta ordinaria all'indirizzo: Servizio Clienti, Angelomenassi S.a.s., Via Goito 3 – 40126 Bologna, Italia.
Oppure contattarci al numero telefonico +39 051 0827005


Scarica la nostra APP per Android Disponibile su Google Play